In questa sezione è possibile trovare il monitor dei tempi delle gare proprio come se ci si trovasse al Mugello.
Segui live, le classifiche, i tempi e gli intermedi di ogni sessione di prova, qualifica e gara.

Nessuna attività in pista al momento.
Scopri di più
Ferrari Challenge Finali Mondiali
Logo Ferrari Challenge

Overview

Il Ferrari Challenge è il campionato monomarca con la C maiuscola, il più ambito e il più invidiato al mondo. La serie è nata nel 1993 ed è omologata secondo le norme FIA per poter godere degli standard qualitativi migliori sia sotto il profilo dell’organizzazione che sotto quello della sicurezza.
Il successo di questo campionato è stato immediato: la sua formula, che prevede il coinvolgimento solo di concessionarie e officine autorizzate, fa sì che le vetture siano vicinissime tra loro nelle prestazioni e che le capacità del pilota vengano messe in risalto. Tre le serie esistenti: in Europa, la più antica, in Nordamerica e in Asia, denominata Asia-Pacifico, ultima nata e giunta ormai alla quarta edizione.
Quattro le categorie presenti in ogni gara: Trofeo Pirelli Pro, Trofeo Pirelli, Coppa Shell e Gentlemen Cup, riservata agli over 55. Quattro gare in una, dunque, quattro vincitori per gara, quattro opportunità di spettacolo.
Le gare, serratissime, rappresentano la parte più esaltante della competizione, ma per i piloti c’è anche il piacere di gareggiare su alcune delle piste più prestigiose del mondo. Tutte e tre le serie infatti hanno un calendario di eccellenza, che include tracciati come Monza, Mugello e Silverstone nella serie europea; Daytona, Laguna Seca e Montreal per quella nordamericana e Shanghai, Fuji e Sepang per quella asiatica. Piste degne della Formula 1 e che permettono ai piloti di mettere in mostra tutte le loro qualità.
La vettura in uso quest’anno nei tre Challenge è la Ferrari 458 Evo, auto dotata del nuovo kit aerodinamico che ha permesso di ottenere prestazioni ancora migliori. Tra i vari elementi del kit quello che salta maggiormente agli occhi è certamente la nuova ala posteriore che permette ai piloti di percorrere le curve a una velocità decisamente superiore a quella degli anni scorsi.


Notizie